News

Revisioni Tariffe INAIL - Firmato il decreto attuativo

11 marzo 2019
Tramite un comunicato pubblicato sul proprio sito istituzionale, il Ministero del Lavoro ha reso noto che il 27 febbraio 2019, è stato firmato dai Ministri del Lavoro e dell’Economia e Finanze il decreto che da attuazione alla revisione delle tariffe INAIL nel 2019 così come disposto dalla Legge di Bilancio 2019, articolo 1, commi da 1.121 a 1.125.

A seguito della suddetta firma, l’Istituto ha provveduto al ricalcolo dei tassi medi e alla revisione del meccanismo di oscillazione del tasso per andamento infortunistico.
Con la diminuzione di circa un terzo dei tassi medi, il risultato dichiarato dal Governo è un notevole abbassamento del costo del lavoro.

Ma il Consiglio di indirizzo e vigilanza (Civ) dell'Inail evidenzia la parallela riduzione di 150 milioni l'anno delle risorse destinate alla prevenzione e di 50 milioni/anno per le premialità alle imprese virtuose.

Il presidente del Civ, Giovanni Luciano, sostiene che, con un utile di 2 miliardi, il Governo, piuttosto che togliere questi incentivi-premialità alla sicurezza, può seguire altre vie.

Al di là delle diatribe tra Civ e Governo, di seguito ricordiamo le scadenze da rispettare per l’autoliquidazione 2018/2019 e proponiamo un “primo esercizio”, puramente indicativo, per una valutazione degli effetti in termini di riduzione dei costi (sulle retribuzioni imponibili) di cui potranno beneficiare le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi in base alle differenti voci di rischio INAIL della gestione artigiana.

TEMPISTICA RELATIVA ALL’AUTOLIQUIDAZIONE 2018/2019

Il comma 1125, dell’articolo 1 Legge n°145/2018 (Legge di bilancio 2019), modifica, per il solo anno 2019,alcuni termini temporali, relativi all'autoliquidazione ed ai pagamenti dei premi come di seguito riportato:

DPR n° 1.124/1965 - Art. 28, terzo comma = Entro il 31 dicembre l'istituto assicuratore comunica al datore di lavoro gli altri elementi necessari per il calcolo = DIFFERITO AL 31 MARZO 2019 DPR n° 1.124/1965 - Art. 28, quarto comma = Il datore di lavoro deve comunicare all'istituto assicuratore nel termine di trenta giorni successivi alla scadenza del periodo assicurativo, l'ammontare delle retribuzioni effettivamente pagate durante detto periodo, salvo i controlli che l'Istituto creda di disporre = DIFFERITO AL 16 MAGGIO 2019
DPR n 1.124/1965 - Art. 44, secondo comma= Il pagamento della rata di premio per gli anni solari successivi deve essere effettuato dal datore di lavoro entro il 20 febbraio dell'anno in cui la rata si riferisce; contestualmente il datore di lavoro deve effettuare il pagamento della regolazione del premio relativo al periodo assicurativo precedente = DIFFERITO AL 16 MAGGIO 2019
In estrema sintesi, con il taglio ai premi INAIL, la scadenza dell’autoliquidazione 2018/2019 sarà prorogata al 16 maggio 2019.

La proroga dell’autoliquidazione è legata allo slittamento del termine della comunicazione INAIL inerente le basi di calcolo dei premi al 31 marzo 2019 e non più entro il 31 dicembre 2018.
Il 16 maggio 2019 è inoltre la nuova scadenza per i seguenti adempimenti:
- denuncia delle retribuzioni dell’anno 2018;
- calcolo degli importi del saldo dei premi INAIL per il 2018 e quello della prima rata del 2019 con le
tariffe rivalutate;
- versamento dell’acconto e del saldo dei premi INAIL.

L’obiettivo dichiarato dal Governo è quello di ridurre di circa il 30% il costo dei premi INAIL ma la riduzione,
almeno dai dati in nostro possesso, non è per tutti uguali e dipende dall’attività svolta. Nel settore del trasporto
di merci per conto di terzi, viene superata la distinzione, tra trasporto effettuato con o senza rimorchio e
quindi, dal 2019 la classificazione sarà unica e così individuata (“Gestione Artigianato”.

Nel caso del trasporto di merci per conto di terzi, la riduzione media è inferiore al 30% annunciato dal Governo ed è pari al 17,25%

Pagina generata in 0.29948806762695 secondi