News

12-11-2020

Cosa fare in caso di contatto diretto con un positivo?

Ecco la pratica infografica che chiarisce come comportarsi

Cosa fare in caso di contatto diretto con un positivo? Qual è il protocollo da seguire?
Cerchiamo di fare chiarezza con uno schema riassuntivo.

Per dubbi e informazioni contatta Cna la Spezia 0187 598080


#protocollocovid #cna #cnalaspezia

12-11-2020

Zone Arancioni e spostamenti tra i comuni, le precisazioni di Cna

Spostamenti per servizi, asporto e cambio gomme

SPOSTAMENTI TRA COMUNI PER SERVIZI

In risposta alle numerose richieste pervenute da parte di imprese associate a Cna La Spezia in relazione alle nuove disposizioni in vigore per zone arancioni, l’associazione precisa che ci si può spostare per usufruire di servizi non sospesi, quali appunto il parrucchiere o l’estetista, SOLO se il servizio non è disponibile nel proprio municipio.

Stanno circolando diverse interpretazioni su questo aspetto, ma al riguardo il decreto è chiaro.
Il rischio per i clienti che in zona arancione decidono di spostarsi verso un diverso comune con un’autocertificazione pur avendo parrucchiere o estetista nell’ambito del proprio territorio comunale, è che prendano una multa.
Queste indicazioni sono valide per parrucchieri ed estetiste, ma anche per autofficine e carrozzerie, e comunque per tutt   dettaglio

05-11-2020

La Liguria in zona gialla: ecco le disposizioni

Bar e ristoranti restano aperti fino alle ore 18. L’asporto è consentito fino alle ore 22: per la consegna a domicilio non vi sono restrizioni

Le misure previste dal Governo per le regioni in fascia gialla, fra cui è stata inserita la Liguria:
- Vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Si raccomanda di limitare gli spostamenti se non per motivi di salute, lavoro, studio e situazioni di necessità
- Nei giorni festivi e prefestivi (sabato e domenica) è prevista la chiusura dei centri commerciali ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole poste all’interno dei suddetti centri commerciali
- Chiusi musei e mostre
- Sospese le prove pubbliche in presenza a parte i concorsi di abilitazione di medici, sanitari e Protezione Civile
Scuola: didattica a distanza per le scuole superiori (fatta eccezione per gli studenti con disabilit&agrav   dettaglio

02-11-2020

Crovara (Cna Fita La Spezia): “Le criticità del Porto e Interporto spezzino al tavolo di UIRNet”

Stefano Crovara, Presidente Cna Fita La Spezia, che fa parte del tavolo nazionale delle Associazioni dell'autotrasporto sulle problematiche dei containers, esprime soddisfazione sul fatto che le criticità logistiche del Porto spezzino, siano state fatte proprie da UIRnet, organismo che risponde al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ai fini della realizzazione e della gestione della Piattaforma Logistica Nazionale Digitale, per concentrare dati ed erogare servizi di sistema a tutti gli operatori della logistica e dei trasporti.

"La Cabina di regia si è riunita lo scorso 13 ottobre per approfondire lo stato dell'arte delle interazioni esistenti tra alcune Autorità di sistema Portuale- Interporti ed Imprese dell'autotrasporto -. Spiega Crovara -. E' emerso che buona parte dei sistemi portuali ed interporti in Italia s   dettaglio

02-11-2020

Cna: Estendere gli indennizzi alle lavanderie, senza sostegni rischiano il collasso

Un settore silenzioso, poco conosciuto e di cui non si parla mai, eppure operoso e formato da 17.000 imprese, tra lavanderie tradizionali ed industriali, che generano un fatturato di oltre 2,5 miliardi e occupano quasi 50.000 persone.

Cna ha chiesto al Governo di tenere conto della reale ampiezza del perimetro della stretta nel definire gli indennizzi a fondo perduto. Alle 400mila imprese colpite direttamente va aggiunto un importante indotto, tra cui le lavanderie che senza un sostegno rischiano di essere spazzate via. Un settore che ha faticosamente tenuto durante la fase di lockdown, nonostante il crollo del fatturato, ora rischia di collassare.

Sono imprese che oltre ad offrire un servizio al cittadino, lavorano con il mondo della ristorazione e della filiera del turismo in genere. La chiusura dei ristoranti, lo smartworking praticato da circa il 70% deg   dettaglio

30-10-2020

Decreto ristori , Maggiani (Cna La Spezia): “Oltre 100mila imprese della ristorazione inspiegabilmente escluse".

“Oltre 100mila imprese del settore della ristorazione sono inspiegabilmente escluse dagli indennizzi previsti con il Decreto ristori -. Dichiara Federica Maggiani Presidente Can La Spezia -. Abbiamo evidenziato la problematica scrivendo ai nostri parlamentari spezzini perché le attività coinvolte direttamente e indirettamente dalle nuove restrizioni sono oltre un milione”.

“Per quanto riguarda la ristorazione – spiega Maggiani - risultano escluse tutte le imprese che svolgono l’attività senza somministrazione, in pratica tutto l’artigianato della ristorazione: pizzerie a taglio, gastronomie, rosticcerie, piadinerie, gelaterie non sono ammesse ai contributi nonostante stiano accusando da tempo vistosi cali di fatturato. Queste attività devono essere assolutamente comprese nel comparto della ristorazione quando si parla di indennizzi, anche perch&   dettaglio

30-10-2020

Riaprire subito i cinema. Sono a prova di virus

CNA Cinema e Audiovisivo Liguria ritiene ingiustificata la chiusura delle sale cinematografiche, seppur motivata dalla priorità di garantire la sicurezza.

“Si tratta, infatti -, spiega il portavoce di Cna Cinema e Audiovisivo Liguria Alfonso Cioce -, di luoghi che hanno assicurato nei mesi scorsi la fruizione investendo in misura importante per adeguare gli standard di sicurezza nei propri spazi, garantendo tutte le norme di sicurezza igienico sanitarie, dal tracciamento dei posti alla sanificazione, al distanziamento, al ricambio dell'aria, al controllo della temperatura e all'uso della mascherina obbligatoria”. L'esercizio cinematografico è il primo indispensabile creatore della catena del valore di tutta la filiera del cinema. “Guardando ai dati – prosegue Cioce - nel periodo dal 15 giugno al 25 ottobre 2020 gli spettatori in Italia sono stati circa 5.000.000, con un solo caso di contagio certificato. Secondo dati Mibact ci sono in Italia circa 2000 cinema per un totale di 4mila schermi. Chiudere i cinema – si sott   dettaglio

30-10-2020

Dpcm. Maggiani (Cna La Spezia): “Migliaia di imprese rischiano la chiusura. Servono ristori reali e immediati”

“Le nuove limitazioni imposte sono dettate dal pericoloso aumento della curva in crescita dei contagi, la Liguria resta in zona rossa, dunque, non possiamo esimerci da applicare maggiori cautele -. Commenta Federica Maggiani, Presidente Cna La Spezia -. Tuttavia, la chiusura alle 18 delle attività per alcune realtà diventa un azzeramento totale del proprio incasso e reddito. La nuova stretta governativa rischia di mettere definitivamente al tappeto interi settori dell’economia italiana, innescando una crisi sociale pericolosa e senza precedenti”.

“In questi mesi è stato richiesto un enorme sforzo alle imprese – prosegue Maggiani -, ai negozi, ai ristoranti e ai bar al fine di dotarsi di dispositivi e adeguarsi alle misure anti contagio e ora si procede con delle limitazioni che non tengono conto degli effettivi luoghi di maggior rischio. Constatato ch   dettaglio

23-10-2020

Contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nei centri storici

Il decreto di agosto convertito con legge n 126 pubblicata il 13 ottobre in Gazzetta Ufficiale link LEGGE 13 ottobre 2020, n. 126 all'art.59 prevede un contributo a fondo perduto per i soggetti esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nelle zone A o equipollenti dei comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana che, in base all'ultima rilevazione resa disponibile da parte delle amministrazioni pubbliche competenti per la raccolta e l'elaborazione di dati statistici, abbiano registrato presenze turistiche di cittadini residenti in paesi esteri:

a) per i comuni capoluogo di provincia, in numero almeno tre volte superiore a quello dei residenti negli stessi comuni;

b) per i comuni capoluogo di città metropolitana, in numero pari o superiore a quello dei residenti negli stessi   dettaglio

23-10-2020

Contributo a fondo perduto per la filiera della ristorazione

Il Decreto Agosto convertito con Legge n 126 pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 13 ottobre 2020 n. 126, conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104,di cui al link Testo coordinato del DECRETO-LEGGE 14 agosto 2020, n. 104, recante: «Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia.», ed entrato in vigore il 14/10/2020 prevede un contributo a fondo perduto per:

- Ristoranti, mense e catering per acquisto prodotti vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, anche D.O.P. e I.G.P

L'art. 58 stanzia 600 milioni di euro per l’anno 2020 per sostenere le attività di ristorazione attraverso l'istituzione di un Fondo finalizzato all'erogazione di un contributo a fondo perduto per acquisto di prodotti delle filiere agricole e alimentari.

A chi spetta:

Il contri   dettaglio

23-10-2020

"Scatto d'orgoglio": La prima Assemblea Nazionale Cna All Digital, sabato 24 ottobre ore 10.30-13.00

Appuntamento domani, sabato 24 ottobre 2020, con la prima Assemblea nazionale CNA in versione interamente digitale.

Diecimila artigiani, piccoli e medi imprenditori saranno collegati in streaming da tutta Italia. L'evento sarà trasmesso in diretta dall’Auditorium della sede nazionale di Roma.

Un evento unico per misurare la temperatura politica ed economica dell'Italia in un momento particolarmente difficile. Le motivazioni per esserci sono tante, ma una su tutte prevale: sarà un'assemblea che metterà al centro i temi cruciali riguardanti il ruolo e il futuro di milioni di artigiani e imprenditori.

La loro intraprendenza, il loro fare-impresa è imprescindibile per rimettere in moto il tessuto produttivo del Paese.


Interverrà un parterre d'eccezione: ospiti di primissima rilevanza politica che risponderanno ai temi che – artigiani e imprenditori – porranno sul tavolo. Domande urgenti e incalzanti   dettaglio

21-10-2020

Scadenza per gli impianti di recupero/smaltimento di rifiuti liguri

Applicativo "Orso" per la raccolta dei dati relativi ai rifiuti gestiti dagli impianti

Si ricorda che si è giunti in prossimità della scadenza, già prorogata anche a seguito dell’emergenza COVID, per gli adempimenti relativi all’anno 2019 connessi con l’applicativo O.R.So. (Osservatorio rifiuti sovraregionale) per la raccolta dei dati relativi ai rifiuti gestiti dagli impianti liguri.

La scadenza infatti, dopo la proroga di quattro mesi è fissata nel 31/10/2020.

Ricordiamo che l’applicativo O.R.So. è il sistema informatizzato per la trasmissione dei dati e informazioni relativi ai quantitativi di tutte le tipologie di rifiuti gestiti su base annuale (o in alcuni casi trimestrale o addirittura mensile) da parte dei gestori degli impianti e/o attività autorizzati al recupero e smaltimento di rifiuti e sono obbligati alla compilazione:
- i gestori degli impianti di recupero e/o smaltimento rifiuti   dettaglio

21-10-2020

Federpneus e Cna chiedono con urgenza un tavolo di confronto per fare fronte all’emergenza PFU

I piazzali dei gommisti sono sommersi da tonnellate di pneumatici fuori uso in attesa di essere ritirati. I rappresentanti della categoria propongono una serie di misure immediate in vista del cambio gomme stagionale, e altri interventi strutturali per ottimizzare l'efficacia del sistema di raccolta.



Federpneus e Cna, in rappresentanza dei rivenditori specializzati di pneumatici e delle officine di autoriparazione, hanno inviato una lettera al Ministero dell'ambiente per sollecitare interventi urgenti per il problema dei ritardi nei ritiri degli pneumatici fuori uso (PFU). Da mesi gli operatori del settore segnalano problemi di questo tipo, piazzali pieni di PFU in attesa di ritiro che espongono le aziende a rischi ambientali e sanzioni di natura amministrativa e penale legate al superamento dei quantitativi consentiti in deposito temporaneo pres   dettaglio

19-10-2020

Tamponi Covid a prezzo agevolato per gli associati Cna

E’ stato concordato con CLINIC LAB, nostro associato, il costo del tampone Covid 19, per tutti i dipendenti CNA, imprese e loro dipendenti, pensionati e cittadini Cna al costo di 50.00 euro.

Come sempre, è necessario fornire tessera d’iscrizione.

19-10-2020

Novità agenti cancerogeni e mutageni

Si informa che, con il D.Lgs. 44/2020, entrato in vigore il 24 giugno scorso, sono state introdotte numerose novità nel panorama degli agenti cancerogeni e mutageni sul lavoro di cui riportiamo quelle che riguardano maggiormente le nostre imprese:

*si aggiungono tra i procedimenti con particolari obblighi di valutazione dei rischi i "lavori comportanti esposizione a polvere di silice cristallina respirabile generata da un procedimento di lavorazione". Per dette sostanze è stato fissato un valore limite di esposizione.

*per la polvere di legno duro il nuovo valore limite è 3 mg/m3 fino al 17 gennaio 2023, data in cui sarà ulteriormente ribassato a 2 mg/m3.
Ricordiamo che se le polveri di legno duro sono mischiate ad altre polveri di legno, il valore limite (frazione inalabile) si applica a tutte le polveri di legno   dettaglio

Pagina generata in 1.1425700187683 secondi