News

Corso di aggiornamento Fer alla Cna

Attenzione dal 17 gennaio 2020 il “decreto sanzioni” entrerà in vigore.

7 gennaio 2020
E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.1 del 2 gennaio 2020 il decreto legislativo 5 dicembre 2019, n. 163, recante la “Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (ce) n. 842/2006”.
Dal 17 gennaio 2020 il “decreto sanzioni” entrerà in vigore.

La banca dati telematica ormai in vigore da mesi il controllo sarà più puntuale e gli incroci tra chi è certificato e no sono di facile individuazione e, poichè siamo nell'ambito del diritto ambientale, oltre alle ammende pecuniarie sono previste anche sanzioni penali. Ricordiamo che coloro che operano su apparecchiature contenenti gas fluorurati sono soggetti alla certificazione e alla conseguente iscrizione nella banca dati nazionale, chi non lo avesse ancora fatto deve quindi procedere a fare relativo corso al più presto e chi ha fatto il corso nel 2017 deve procedere all'aggiornamento.

Cna La Spezia ha in calendario l’inizio di un corso di aggiornamento Fer, per le imprese di impianti elettrici e/o impianti di riscaldamento e condizionamento imprese che, già abilitate ai sensi del dm 37/2008 per l’attività su impianti tradizionali, e operano o intendono operare su impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (Fer).
Il corso avrà inizio il 15 gennaio alle ore 18.00 e epr informazioni sugli ultimi posti disponibili si prega di contattare Cna Ecipa La Spezia alla mail ecipa@sp.cna.it o al numero di telefono 0187 598076 /75.

Seguiranno corsi anche nei mesi di febbraio e marzo.

Il titolare o il responsabile tecnico nominato devono acquisire il patentino necessario al fine di potere continuare o iniziare ad operare anche sugli impianti Fer: in Liguria i corsi sono stati fatti nel 2017 ed è quindi obbligatorio l'aggiornamento nel 2020. Le tecnologie Fer interessate dalla normativa sono quelle alimentate da fonti energie rinnovabili: 1) biomasse per usi energetici; 2) pompe di calore per riscaldamento, refrigerazione e produzione acs; 3) sistemi solari termici; 4) sistemi fotovoltaici e fototermoelettrici ai fini formativi, i primi tre tipi di impianto sono stati raggruppati nella macrotipologia “termoidraulica”; 5) i sistemi fotovoltaici rientrano nella macrotipologia “elettrica”.
Devono frequentare il corso le imprese che al 3 agosto 2013 erano già operanti ed in possesso delle necessarie abilitazioni a norma del DM 37 e i responsabili tecnici, se non hanno ancora provveduto, entro tre anni dalla loro nomina.

Pagina generata in 0.28571486473083 secondi