News

Con l’arrivo del 2019 è scattato l’obbligo della fattura elettronica tra privati

3 gennaio 2019
Da ora in poi i titolari di partita Iva dovranno emettere esclusivamente fatture elettroniche sia nei rapporti commerciali verso altri soggetti titolari di partita Iva sia nei confronti dei consumatori finali e tutte le operazioni effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia devono essere emesse esclusivamente fatture elettroniche in formato XML da inviare tramite il Sistema di Interscambio. Tutte le operazioni avvengono su canali telematici, sia in fase di emissione di fatture che in quella di ricezione, la “fattura originale” è quella in formato elettronico XML e si considera emessa solo quanto il S.D.I. l’ha accettata. Eventuali copie cartacee stampate per la consultazione non hanno valore legale per le aziende e la conservazione dei documenti dovrà essere elettronica. Sono esonerati i soggetti che aderiscono al regime fiscale di vantaggio ed al regime forfettario, gli operatori sanitari i cui dati sono inviati al Sistema tessera sanitaria e le associazioni sportive con proventi da attività commerciale inferiore a 65.000 euro. E’ previsto un periodo “transitorio” durante il quale la fattura elettronica potrà essere emessa in ritardo senza sanzioni a condizione che l’emissione avvenga entro il termine della liquidazione IVA del periodo. Tutto questo rappresenta un grande cambiamento che necessita un’evoluzione culturale e un investimento formativo per i soggetti fino ad oggi abituati alla gestione cartacea della fatturazione.



Non hai ancora affrontato la questione ma rientri nelle categorie in cui è previsto l’obbligo? Per qualsiasi informazione i referenti della Cna della Spezia sono a disposizione ai seguenti recapiti: Alessandra Zanelli mail zanelli.sp@cna.it, tel 0187 598059 sede Cna la Spezia Via Padre Giuliani 6; Massimo Magnavacca mail magnavacca.sp@cna.it, tel 0187 626654 sede Cna Sarzana Viale della Pace 11.

Pagina generata in 0.35856413841248 secondi