News

05-08-2020

Cna Turismo chiede un treno serale in più dalle Cinque Terre alla Spezia

Cna La Spezia sostiene la richiesta avanzata dalle attività delle Cinque Terre e dalla Pro Loco di Monterosso di un treno regionale in più in orario serale. Una corsa in partenza da Monterosso in direzione La Spezia alle 23.31 presente negli scorsi anni e utile sia ai pendolari che ai turisti.



“Si tratta di una corsa indispensabile per i pendolari – spiega la referente sindacale del turismo per Cna La Spezia Valentina Figoli -, che altrimenti non hanno altre alternative dal regionale 11379 in partenza da Monterosso alle 00:24 e con arrivo alla Spezia alle 00:50 e troppo spesso in ritardo. I lavoratori del settore turistico, di bar e ristoranti dopo un’intera giornata di lavoro rientrano a casa solo un’ora o un’ora mezza dopo la conclusione del proprio turno di lavoro”.


“L’orario serale presenta un buco di due ore – pros   dettaglio

30-07-2020

Cna scrive al MEF e all’Agenzia delle Entrate: “Urgente elenco territori colpiti da calamità naturali per contributo a fondo perduto alle imprese”

Il requisito del calo del fatturato non viene richiesto alle attività aperte dal 1° gennaio 2019 e nei Comuni colpiti da eventi calamitosi pre-Covid. Manca, però, un elenco di questi Comuni.



La Confederazione nazionale dell’Artigianato e Piccola e Media Impresa ha pertanto scritto al MEF e all’Agenzia delle Entrate per sollecitare la disponibilità dell’elenco puntuale dei comuni colpiti da calamità naturali nei quali lo stato di emergenza era ancora in vigore al 31 gennaio scorso. Cna ricorda che le imprese che hanno domicilio fiscale o la sede operativa nei comuni interessati possono presentare richiesta di contributo a fondo perduto indipendentemente dalla riduzione del fatturato in base al Decreto Rilancio ma sono emerse difficoltà, ancora non risolte, in merito all’individuazione di questi territori che l’Agenzia ha r   dettaglio

30-07-2020

Romiti (Cna La Spezia): "Due milioni di veicoli senza revisione e un buco di 90 milioni per i centri"

“I Centri di revisione lavorano a passo di lumaca e quasi due milioni di autoveicoli senza revisione che ancora mancano all'appello: circa il 13% del totale dei controlli effettuati mediamente ogni anno -. Dichiara Roberto Romiti Presidente di Cna Servizi alla Comunità La Spezia -. Tanti sono quelli per i quali la scadenza dei controlli era prorogata al 31 ottobre, come previsto dal decreto Cura Italia. I veicoli non revisionati, e quindi potenzialmente poco sicuri e inquinanti, sono autorizzati comunque a circolare”.



“La proroga delle revisioni è stata una misura comprensibile – prosegue Romiti -, perché adottata in un momento in cui limitare la circolazione di mezzi era necessario per contenere la propagazione del virus. Ma in questa fase di ripresa in cui tanti cittadini si spostano con mezzi propri per evitare assembramenti, l   dettaglio

28-07-2020

Il Comitato ai parlamentari: "Vogliamo un risarcimento per le perdite dovute ad autostrade"

I parlamentari liguri hanno risposto all'invito del Comitato Salviamo Genova e la Liguria e hanno partecipato a una riunione di confronto che si è svolta questa mattina nella sala delle grida del palazzo della Borsa di Genova.

All'incontro erano presenti: la deputata di Italia Viva Raffaella Paita, la senatrice del Partito Democratico Roberta Pinotti e il senatore del Partito Democratico Vito Vattuone, il deputato di Liberi e Uguali Luca Pastorino, il deputato di Forza Italia Roberto Cassinelli e il deputato della Lega Nord Edoardo Rixi.

Tutti i parlamentari si sono dichiarati disponibili a porre in maniera unitaria al Governo, prima del 3 agosto, la questione ‘Liguria’ condividendo la necessità di programmazione, coordinamento e comunicazione per i lavori di messa in sicurezza che continueranno nei prossimi mesi.
L'altr   dettaglio

28-07-2020

Corsi formativi serramenti legno/alluminio/pvc e norme Uni: attenzione a informazioni non veritiere

Stanno arrivando comunicazione "erronee" da parte di alcuni Enti, spesso legati a fornitori di materiali del settore serramenti, in cui si fa intendere che ci sia l'obbligatorietà immediata di certificarsi, e quindi procedere alla formazione specifica, in base alla norma UNI in vigore.

La normativa in questione, UNI 11673-1 del 2017, 11673-2 del 2019 e 11673-3 sempre del 2019 individua i "requisiti minimi indispensabili per la posa in opera di serramenti, dalla progettazione alla competenza, fino ad individuare i percorsi di formazione per installatori/posatori", sia in legno, Pvc che alluminio o altro materiale.
Fase che si completa con l'acquisizione della certificazione da parte di Ente accreditato.

Un percorso che aiuterebbe non poco, se obbligatorio, a marcare la differenze tra imprese qualificate e quelle   dettaglio

28-07-2020

Guida Superbonus Agenzia delle Entrate

In attesa che il Direttore dell'Agenzia delle Entrate, comunichi le modalità pratiche di fruizione del credito d'imposta, cosa che consentirà anche agli Istituti di credito di procedere nella loro annunciata offerta oltre che alle stesse imprese, invitiamo alla lettura della Guida al Superbonus messa a punto dall'Agenzia delle Entrate.

27-07-2020

Accelerazione procedimenti conferenza dei servizi con il decreto semplificazioni

Con la pubblicazione del cosiddetto Decreto Legge "Semplificazioni" vengono trattati anche aspetti riguardanti le norme di tutela dell'ambiente e della
sicurezza sul lavoro ed in particolare:

- modifiche alle procedure riguardanti il funzionamento delle conferenze di
servizi;

- semplificazioni delle procedure di valutazione d'impatto ambientale, con
particolare attenzione alla realizzazione di grandi opere;

- semplificazione delle procedure di bonifica di siti contaminati.
Per quanto riguarda la procedura di indizione della conferenza dei servizi vien in particolare indicato che deve essere indetta anche per il rilascio
di diversi provvedimenti ambientali. In particolare i provvedimenti, le autorizzazioni, i pareri, i nulla osta e gli atti di assenso comunque denominati, nonché i pr   dettaglio

27-07-2020

Bandi ISI INAIL e ISI agricoltura

Ricordando che in seguito alle disposizioni contenute nell'art.95 del DL Rilancio, che prevedono l'utilizzo delle risorse del bando ISI 2019 per il finanziamento di dispositivi e strumenti di protezione, Inail ha abrogato il
bando ISI Inail 2019 ma sono state escluse da tale abrogazione le risorse assegnate all'asse 5 di Isi 2019 provenienti dal fondo agricoltura istituito con la legge 208/2015, che saranno ora assegnate tramite il nuovo bando ISI Agricoltura 2019-2020 di cui si riportano i contenuti principali:

Bando Isi Inail Agricoltura 2019-2020
Destinatari dei finanziamenti: Sono destinatari dei finanziamenti le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli. Vengono finanziati l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbatter   dettaglio

27-07-2020

Ordinanza regionale nr.48 sui riconoscimento costi emergenza COVID nei cantieri opere pubbliche

Cna La Spezia informa che l'Ordinanza numero 48 della Regione Liguria riconosce che i costi aggiuntivi legati alla necessità di adeguare i piani sicurezza in riferimento al COVID sono un onere che non può essere inteso come spesa propria dell'impresa. Grazie al lavoro di sensibilizzazione svolto dalle Associazioni di categoria in sinergia con le associazioni datoriali e gli ordini dei professionisti e l’attenzione dimostrata dall’assessore regionale Giacomo Giampedrone si è arrivati a questo importante risultato.

L'ordinanza, riferendosi al prezziario regionale, esplicita la procedura per le sole stazioni appaltanti pubbliche ma è evidente che il principio può, e dovrebbe essere, applicato anche ai committenti privati.
In base all'Ordinanza, l'appaltatore può rivedere sia i costi che il cronoprogram   dettaglio

23-07-2020

Dubbi su ambiente, salute e sicurezza? Nessun problema grazia al supporto dei referenti tecnici di Cna Cetus La Spezia

David Aiazzi spiega le sue deleghe e informa su una climatizzazione sicura

Dubbi su ambiente, salute e sicurezza? Nessun problema grazia al supporto dei referenti tecnici di Cna Cetus La Spezia: una squadra di professionisti che aiuta le imprese a gestire le tante domande che nascono dalla necessità di poter svolgere in regola e sicurezza la propria attività lavorativa. In questi ultimi mesi i referenti tecnici di Cetus, coordinati dal Dottor Pasquale Cariulo, hanno intensificato il proprio sostegno informativo alle imprese a causa dell’emergenza pandemica.

Ne parliamo insieme a David Aiazzi, quali sono le sue principali mansioni e le principali categorie di cui si occupa? Mi occupo principalmente di fornire consulenza alle imprese per quanto riguarda sia gli aspetti relativi alla sicurezza che a quelli ambientali, come politica cerchiamo di avere competenze in tutti i settori, ma, negli ultimi anni, mi occupo principalmente degli   dettaglio

23-07-2020

Maggiani (Cna La Spezia): "Le imprese non ce la fanno più, hanno appena fatto fronte alla scadenza fiscale del 20 luglio"


Dallo scorso 20 luglio a fine mese sono ben 246 le scadenze fiscali per i contribuenti. Si tratta soprattutto di versamenti a titolo di acconto o saldo (il 93,5%): un vero e proprio ingorgo fiscale che ha spinto i commercialisti a chiedere al governo un nuovo rinvio al 30 settembre, dopo la proroga concessa a causa della pandemia dal 30 giungo al 20 luglio (o fino al 20 agosto con la maggiorazione dello 0,4%). Tra queste scadenze c’è anche la prima rata della Tari per le imprese spezzine. Per le attività già provate dalla crisi legata all’emergenza Covid si aggiunge un impegno economico. Per questo Cna insieme alle altre associazioni di categoria in Rete Imprese Italia ha richiesto al Comune della Spezia di valutare uno slittamento della scadenza della prima rata dal 31 luglio a settembre e nel frattempo attivare un tavolo di confronto, in presenza, per la ri   dettaglio

21-07-2020

Credito d'imposta per l'adeguamento degli ambienti di lavoro e sanificazione: dal 20 luglio la comunicazione delle spese

Informiamo che dal 20 luglio, per la fruizione del credito d'imposta per l'adeguamento degli ambienti di lavoro e per la sanificazione e acquisto di dispositivi di protezione, imprese, lavoratori autonomi, associazioni, fondazioni e altri enti privati, compresi gli enti del Terzo settore, possono inviare telematicamente all'Agenzia delle Entrate un'apposita comunicazione con le spese sostenute, che deve contenere:

- le spese sostenute fino al mese precedente alla sottoscrizione della stessa;

- le spese che prevedono di sostenere o che hanno già sostenuto;

- per il solo credito d'imposta per l'adeguamento degli ambienti di lavoro, il codice dell'attività svolta (tra quelli indicati nel Provvedimento AE 10/07/2020 nr 259854).

- per il credito d'i   dettaglio

20-07-2020

Albo Gestori Ambientali: rinnovo iscrizioni cat.2-bis in scadenza a fine anno

Per evitare possibili dimenticanze da parte delle imprese iscritte all'Albo gestori Ambientali per il trasporto dei propri rifiuti da molti anni, si ricorda che la durata dell'iscrizione è decennale (cat. 2 bis.) e dunque il 25 dicembre 2020 scadranno tutte le iscrizioni rilasciate dal 15 aprile 2008 al 25 dicembre 2010 (data di entrata in vigore del D.lgs. 205/2010) per un
totale di circa 25.000 imprese coinvolte.

Si invitano le imprese a verificare la validità della propria iscrizione e si ricorda che, per continuare a operare, occorre presentare domanda di rinnovo dell'iscrizione tramite il portale telematico accessibile dal menu "Pratiche Telematiche" della vostra area riservata o tramite gli uffici
CETUS-CNA.



La domanda di rinnovo può essere inviata a partire da 5 mesi prima del   dettaglio

20-07-2020

Comitato Salviamo Genova e la Liguria: "Basta parole è tempo dei fatti"

È giunto il momento delle risposte e della chiarezza, lo pretende Genova e tutta la Liguria.
Massacrati da interminabili code e dell'impossibilità di arrivare e partire dalle principali destinazioni commerciali e turistiche, il mondo delle imprese, del commercio e dei servizi pretende risposte dal Governo per il futuro di migliaia di imprese e lavoratori.

Il conto è salatissimo, perdite di fatturato del 75% nel settore florovivaistico, del 50% per esercizi di vicinato e mercati rionali, del 25% in quello della grande distribuzione, consegnare è diventato impossibile. Anche la presenza di turisti è precipitata del 65% per l’Acquario, musei e siti di interesse, del 50% per hotel e ristoranti, del 30% per i bagni marini, del 35% nei porti turistici. La contrazione per il settore agricolo è del 15%, mentre gli agriturismi registr   dettaglio

20-07-2020

CNA: “Soddisfazione per il credito d’imposta sulla sanificazione degli ambienti di lavoro e sull’acquisto dei dispositivi di protezione”

Grazie all’emanazione del provvedimento dell’Agenzia delle entrate, dal prossimo 20 luglio è possibile presentare le domande per il credito d’imposta del 60% relative alle spese per l’adeguamento e la sanificazione degli ambienti di lavoro come anche per l’acquisto dei dispositivi di protezione.

La CNA esprime soddisfazione per il fatto che secondo i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate le spese agevolate sono tutte quelle sostenute relative alle attività indicate nei protocolli del ministero della Salute “finalizzate ad eliminare o a ridurre in quantità non significative la presenza dei virus”, a prescindere dal soggetto che svolge le attività indicate.

Come richiesto in più occasioni dalla CNA, saranno, pertanto, agevolate anche le attività eseguite dalle imprese di pulizia come le attività effettuate in e   dettaglio

Pagina generata in 1.1381499767303 secondi